201701.16
0

L’apertura della cassaforte senza contestazioni da parte del contribuente e autorizzazione della Procura

A seguito dell’avviso di accertamento emesso dall’Agenzia delle Entrate nei confronti di una società sulla base di documentazione extra-contabile rinvenuta in una cassaforte, la Commissione Tributaria Regionale delle Marche, con la sentenza n. 546/01 del 15-09-2016, ha confermato la legittimità del provvedimento chiarendo che “l’autorizzazione del Procuratore della Repubblica è richiesta soltanto nel caso di “apertura coattiva”, restando invece esclusa nel caso in cui il contribuente abbia assistito a tale apertura senza formulare alcuna contestazione specifica in sede di dichiarazione resa a chiusura della verifica”.